14 June 2019

FCA Heritage al Parco del Valentino 2019

 

Al via il Salone dell'Auto Parco del Valentino 2019 con protagoniste due rarità da competizione: la Lancia D 25 (1954) e la Fiat Abarth 750 Record (1956)

 

FCA Heritage parteciperà al Salone dell'Auto Parco del Valentino 2019 a Torino con due vetture da corsa di grande fascino e dal valore inestimabile. In particolare, la Lancia D 25 farà da apripista alla parata "Gran Premio Parco Valentino" in programma il 23 giugno, da piazza Vittorio Veneto alla  Reggia di Venaria. La Fiat Abarth 750 Record sarà invece esposta nel cortile del Castello del Valentino il 19 giugno - data di inaugurazione del Salone - in occasione del "Parco Valentino Designer Award", quest'anno assegnato alla memoria dell'indimenticabile Franco Scaglione. La vettura da record, realizzata dalla carrozzeria Bertone, è nata proprio dalla matita leggendaria del designer toscano, e sarà sua figlia, Giovanna Scaglione, a ritirare il prestigioso premio dalle mani di Roberto Giolito, Head of FCA Heritage.

 

Lancia D 25 (1954)
Il modello nasce sulla scia del successo ottenuto, con la D 24, nella Carrera Panamericana del novembre 1953, successo che rinforzò la convinzione, in particolare di Gianni Lancia e Vittorio Jano, di proseguire l'attività agonistica. Da notare che, di fatto, lo sviluppo progettuale della D 24 andò di pari passo con quello della monoposto da Formula 1 D 50. In particolare, per la D 25 si puntò molto, in primo luogo, su un motore più potente e più performante, in grado di offrire anche buone garanzie anche sulla durata. Dopo alcuni studi e prove effettive si optò per un propulsore con 6 cilindri a V, una cilindrata di 3750 cm3 e una potenza massima di 305 CV. Il motore era alimentato tra 3 carburatori Weber 46. La vettura inoltre pesava circa 40 kg in meno rispetto alla D24. Anche il telaio, seppure derivato da quello della D 24, subì alcune modifiche, in particolare le sospensioni. Nella parte posteriore si applicò lo schema De Dion con biella longitudinale laterale e doppia balestra in grado di assicurare una maggiore stabilità all'assetto. Per quel che riguarda l'attività sportiva, va ricordato che una prima apparizione in una competizione risale al giugno del 1954 quando un motore D 25 allestì una D24, nel G. P. di Oporto, condotta da Ascari. Successivamente, nel settembre del 1954 tre D 25 furono iscritte al Tourist Trophy.

 

Fiat Abarth 750 Record (1956)
Nata dall'estro del famoso designer Franco Scaglione per la carrozzeria Bertone, la Fiat Abarth 750 Record (1956) è una monoposto nata per sbalordire il pubblico e soprattutto per stabilire nuovi record mondiali di velocità e durata nella classe H, che ammetteva vetture con cilindrata compresa tra i 500 a 750 cc. Il suo debutto avviene al Salone di Torino del 1956. In dettaglio, la monoposto monta il propulsore della Fiat 600 "derivazione Abarth 750", molti componenti come sterzo e sospensioni vengono presi dalla Fiat 600, ma lo scopo principale è ridurre al massimo il peso. Sulla bilancia misura solamente 385 kg. Monta freni solo all'avantreno e il cambio ha tre marce con un rapporto al ponte particolarmente lungo adatto a mantenere costante la velocità massima, superiore ai 190 km/h. Sul circuito di Monza il 17 giugno 1956 la vettura conquistò il record sulla distanza delle 24 ore, alla presenza di Carlo Abarth e Nuccio Bertone. Nei giorni successivi la 750 Record inanellò altri cinque primati di velocità e durata (5.000 km, 5.000 miglia, 10.000 km, 48 ore e 72 ore). 

 

A Torino l'Heritage HUB
Le due rarità fanno parte della preziosa collezione di FCA Heritage, il dipartimento nato nel 2015 per la tutela, la divulgazione e la promozione del patrimonio storico dei marchi italiani di FCA. Lo scorso aprile è stato inaugurato a Torino l'Heritage HUB, lo spazio polifunzionale fluido e creativo che ospita il dipartimento. Un luogo di narrazione, un edificio evocativo ed evoluto, dove interazione e connettività restituiscono uno sguardo attuale alla storia gloriosa dell'azienda e dei suoi marchi. L'HUB sorge infatti nell'ex Officina 81 di via Plava, nel comprensorio industriale di Mirafiori, storico impianto di produzione meccanica e realtà subalpina di inventiva e ingegneria che oggi genera energie nuove. I 15.000 m2 di Heritage HUB ospitano oltre 250 vetture, autentici gioielli della collezione di FCA Heritage - alcuni mai mostrati in pubblico - che rendono la struttura un luogo di formazione e di emozione: non uno spazio museale tradizionale, ma un vero e proprio archivio tridimensionale in costante arricchimento e un incubatore di idee che sarà possibile ammirare attraverso visite guidate. 

 

Torino, 14 giugno 2019

 

Latest Videos

Advanced Search

Search...

From
To
Search

Images


Download

Related images


File Attachments


x

Rights of use

The texts and images and the audio and video documents made available on media.fcaemea.com are for reporting purposes on social media networks, or by journalists, influencers and media company employees as a source for their own media editorial activities.

The texts, images and the audio and video documents are not for commercial use and may not be passed on to authorized third parties.

In addition, see Terms and conditions of access http://www.media.fcaemea.com/info/terms-and-condition

    I have read and agree.